Responsabilità ambientale

La Fiera di Verona si impegna a migliorare costantemente le prestazioni nell’ambito dei consumi di energia e acqua attraverso l’eliminazione degli sprechi, con lo spirito di ridurre gli effetti negativi sull’ ambiente attraverso sistemi integrati di monitoraggio, soluzioni impiantistiche all’ avanguardia, programmi di comunicazione aziendale per l’educazione al risparmio energetico dei dipendenti degli installatori e degli espositori.

Inoltre, a partire dal 2013 ha introdotto nel proprio staff la figura dell’Energy Manager, secondo gli standard delle Organizzazioni fieristiche internazionali.

Una decisione che impatta in modo virtuoso nella gestione di un quartiere espositivo di oltre 300mila metri quadrati (dei quali 152mila coperti – suddivisi in 13 Padiglioni – e 157mila scoperti), sui comportamenti di oltre 1,4 milioni di visitatori in media all’anno e di 14mila aziende espositrici presenti a una media di 40 rassegne all’anno.

Tutti gli acquisti, compresi gli investimenti relativi agli impianti, sistemi ed apparecchiature, nuove costruzioni, saranno improntati al risparmio energetico. In particolar modo, Veronafiere introduce nella fase di progettazione di nuove strutture il possibile abbinamento con fonti ad energia rinnovabile.

Il programma di efficientamento è stabilito sul lungo periodo e viene costantemente aggiornato con nuovi progetti e soluzioni.