Veronafiere: approvato il bilancio 2018, fatturato consolidato record per il gruppo 92,8 milioni di euro, ebitda 15%

L’assemblea dei soci di Veronafiere Spa ha approvato oggi il bilancio al 31 dicembre 2018.

Nel 2018 le rassegne di Veronafiere hanno totalizzato 1.310.774 visitatori, dei quali 209.324 esteri (16% del totale); 13.967 espositori, di cui 2.707 stranieri (19,4% del totale); 738.187 i metri quadrati venduti. Le manifestazioni a carattere internazionale organizzate in Italia hanno fatto segnare una media del 37% di visitatori esteri e del 40% di espositori stranieri.

A livello di bilancio consolidato – che include, oltre a Veronafiere Spa, anche le società Piemmeti Spa, Veronafiere Servizi Spa, Milanez&Milaneze, Verona Parma Exhibitions Srl (VPE), Metef Srl e Medinit Srl – i ricavi del Gruppo Veronafiere hanno raggiunto i 92,8 milioni di euro, con una crescita pari a 6,8 milioni (+7,9%) sul 2017 e superiore del 3,2% alle aspettative di budget, un Ebitda di 13,9 milioni di euro (15% su fatturato) e un utile netto di gruppo di 2,8 milioni di euro.

La capogruppo Veronafiere Spa ha registrato ricavi per 82,4 milioni di euro, in aumento di 2,6 milioni (+3,2%) sull’anno precedente. L’Ebitda si attesta a 12 milioni di euro con un’incidenza del 14,6% sui ricavi e il risultato netto è positivo per 1,9 milioni di euro.

I risultati raggiunti nell’esercizio 2018 sono stati possibili grazie alla capacità di Veronafiere e delle sue controllate di ottimizzare ulteriormente la gestione diretta e il coordinamento di 72 manifestazioni di cui 48 in Italia e 24 all’estero, in 13 nazioni: Stati Uniti d’America, Messico, Brasile, Sudafrica, Marocco, Egitto, Regno Unito, Repubblica Ceca, Russia, Oman, Thailandia, Cina e Hong Kong.

×
Comunicazione importante
Veronafiere ha come priorità assolute la sicurezza e la salute di espositori, visitatori, dipendenti e collaboratori.
Leggi le Safety Instructions